Errore Legale
dell' Avvocato
Legal Malpractice

Hai perso una causa civile ?
Sospetti che il tuo avvocato possa avere commesso qualche errore fatale ?



Effettua l'analisi GRATUITA per verificare se puoi accedere alla procedura di Richiesta Danni 
In caso positivo finanzieremo noi la pratica di recupero danni con la garanzia "A buon fine", che prevede che (salvo un modestissimo contributo di istruttoria pratica) il nostro compenso, calcolato con una percentuale prestabilita, ci sarà dovuto solo in caso di successo. Nulla ci sarà invece dovuto nel caso in cui la stessa, per qualsiasi motivo non andasse a buon fine.  

Siamo operativi in tutta Italia
Il diritto al risarcimento si prescrive dopo dieci anni dalla conoscenza dell'errore legale da parte del danneggiato, quindi possiamo valutare pratiche anche molto vecchie. 

In caso l'avvocato abbia commesso un errore  imputabile a negligenza, imperizia o mera dimenticanza e abbia determinato l'esito negativo della causa è tenuto a risarcire il proprio cliente per i danni relativi alle spese di soccombenza oltre all'eventuale risarcimento danni respinto dal Giudice.

Ovviamente l'eventuale errore deve essere rigorosamente provato, dopodichè sarà l'assicurazione del professionista, oggi obbligatoria, a risarcire il danneggiato.


Chi lavora può sbagliare.
Anche l'avvocato migliore o il notaio.
Chiunque sbaglia però deve risarcire!


Ci siamo accorti di come vi sia in Italia, tra le persone e gli imprenditori, una diffusa sfiducia per il sistema giustizia, tuttavia siamo anche la nazione con il maggiore numero di cause civili pendenti, circa 3.1 milioni (dati Ministero della Giustizia).

Ciò che emerge maggiormente e determina la sfiducia è la mancanza di una vera cultura della responsabilità in caso di errore giuridico.

L'errore in campo giuridico può, alle volte, essere imputato al Giudice e in tal caso l'ordinamento prevede un rimedio fisiologico chiamato appello o ricorso in Cassazione.

Altre volte l'errore è imputabile a negligenza, imperizia o mera dimenticanza dell'avvocato (circa il 50% degli errori degli avvocati riguardano meri errori di mancato rispetto di un termine), in questo caso il rimedio, previsto dell'ordinamento è la contestazione dell'errore e l'apertura di una pratica di richiesta di risarcimento.

Gli avvocati, come i medici, i notai e tanti altri professionisti, hanno per legge l'obbligo  di avere un'adeguata copertura assicurativa a tutela dei loro clienti (art. 12 L. 247/2012 e D.M. 22/09/2016 Consiglio Nazionale Forense).

​Noi da sempre schierati a sostegno delle vittime di qualsiasi tipo di Malpractice Professionale, abbiamo deciso di dedicarci a questo specifico quanto delicato settore costituendo un TEAMl di legali altamente specializzati nella Responsabilità Professionale dell'Avvocato per tutelare validamente tutte le Vittime di ERRORI LEGALI.

​Crediamo fermamente che l'antico proverbio “chi sbaglia, paga” debba valere per tutti, anche, e forse soprattutto, per gli avvocati a cui ci rivolgiamo in momenti critici e fragili della nostra esistenza e a cui deleghiamo il delicato quanto importantissimo compito di difenderci laddove noi non siamo in grado di farlo.



Come lavoriamo


Certamente non ogni causa persa è dovuta all’errore di un avvocato.

Il rischio processuale è sicuramente un elemento sempre presente nei processi e spesso gli stessi avvocati, almeno quelli più onesti,  in certi casi rappresentano ai propri clienti la difficoltà di ottenere una pronuncia favorevole dal giudice, giungendo talvolta a sconsigliarne ,contro il proprio interesse, l’azione in giudizio, altre volte però no.

Per individuare un errore professionale di un avvocato, occorre un'attività complessa e altamente specializzata.

Per questo abbiamo selezionato un team di avvocati che, per esperienza, capacità e determinazione, riteniamo essere in Italia i migliori legali esperti in responsabilità professionale.

Applichiamo una procedura semplice, sicura e vantaggiosa infatti anticipiamo noi tutti i costi legali e ci assumiamo completamente il rischio di un eventuale insuccesso.


Fasi della procedura:

1. RACCOLTA DOCUMENTI

Raccogliamo la documentazione in possesso del cliente, preferibilmente l’intero fascicolo, (sentenza di soccombenza, mandato conferito all’avvocato, spese legali sostenute e ogni altra documentazione presente)

 

2. ANALISI GRATUITA

Il nostro team di esperti procederà ad una accurata analisi del vostro caso per determinare la presenza di Responsabilità Professionale da parte dell’avvocato.

Nel caso di esito positivo procederemo con la richiesta di risarcimento, in caso di esito negativo non procederemo e il cliente non dovrà pagarci nulla.

 

3. RICHIESTA DI RISARCIMENTO

Accertata le responsabilità dell’avvocato il cliente darà mandato ai nostri legali per formalizzare alla compagnia assicurativa la richiesta di risarcimento del danno e qualora questa non adempisse alla trattativa procederemo tutelando gli interessi e i diritti del cliente in giudizio.



4. CONCLUSIONE PROCEDIMENTO

In CASO DI SUCCESSO, il cliente riceverà il proprio risarcimento al netto delle spese legali e del nostro compenso.

In CASO DI INSUCCESSO, il cliente oltre a non aver sostenuto costi non dovrà pagare ulteriori somme.


Se ci sbagliamo (se dunque decidiamo di assistere un cliente ma poi non si ottiene il risarcimento), l'errore di valutazione sarà solo e solamente nostro: non faremo pagare nulla ai nostri assistiti, noi lavoriamo a risultato.

Per questo motivo, però, non seguiamo tutte le pratiche che ci vengono sottoposte, ma solamente quelle che riteniamo essere, secondo la valutazione dei nostri esperti, richieste risarcitorie fondate (ovvero capaci di ottenere concretamente un risarcimento del danno).


Massimizzazione del risarcimento

Ottenere il massimo risarcimento possibile significa null'altro che ottenere piena soddisfazione rispetto al danno ricevuto. Un risarcimento inferiore al massimo dovuto, semplicemente, non è un vero risarcimento: non compre interamente il danno patito.


Naturalmente vi saranno situazioni nelle quali converrà procedere con un accordo bonario transattivo, ma in linea di principio il risarcimento dovuto deve essere integrale.


Ciò non di meno è molto complesso ottenere l'integrale risarcimento del danno (chiunque abbia avuto esperienza con il risarcimento da parte delle compagnie assicurative saprà esattamente cosa intendiamo) e pertanto è fondamentale essere tecnicamente preparati ad affrontare la pratica risarcitoria nella piena consapevolezza di quelli che sono i propri diritti, le proprie prerogative, i propri limiti.


Come guadagniamo

Gli avvocati, come i medici, i notai e tanti altri professionisti, hanno l'obbligo di avere un'adeguata copertura assicurativa a tutela dei loro clienti (art. 12 L. 247/2012 e D.M. 22/09/2016 Consiglio Nazionale Forense).


Le compagnie assicurative sono obbligate a risarcire INTEGRALMENTE il danno, compresi i costi per la consulenza specialistica e l’assistenza legale.


Sarà dunque la compagnia assicurativa, in caso di esito positivo della richiesta risarcitoria stragiudiziale o giudiziale, a riconoscere oltre al danno e le spese legali anche il pagamento del nostro servizio di consulenza consistente in una percentuale del risarciento stesso: non siamo un costo per i nostri assistiti, siamo una concreta opportunità per ripristinare la Giustizia.

Inviaci la richiesta e sarai ricontattato in brevissimo tempo.